FIRMA L’APPELLO PER IL FINANZIAMENTO DEL FONDO GLOBALE CONTRO L’AIDS, LA TUBERCOLOSI E LA MALARIA

FIRMA L’APPELLO PER IL FINANZIAMENTO DEL FONDO GLOBALE CONTRO L’AIDS, LA TUBERCOLOSI E LA MALARIA

Riproponiamo l’appello (anche in italiano) della campagna internazionale Here I  Am rivolta ai leader mondiali, a sostegno del Fondo Globale per la Lotta contro l’AIDS, la Tubercolosi e la Malaria. A dicembre si svolgerà la conferenza di rifinanziamento del Fondo Globale, in cui i donatori, Italia compresa, saranno invitati a esprimere i propri impegni finanziari per i prossimi tre anni.
Se si raccoglieranno complessivamente almeno 15 miliardi di dollari, entro il 2016, grazie ai progetti sostenuti dal Fondo Globale
sarà possibile raggiungere i seguenti risultati: terapia salvavita per 7.3 milioni di persone sieropositive, cura antitubercolare per 21 milioni di persone, distribuzione di 390 milioni di zanzariere impregnate di insetticida per la prevenzione della malaria.
L’Osservatorio AIDS aderisce alla campagna Here I Am della società civile internazionale, che dà voce alle persone colpite dalle tre pandemie, affinché siano ascoltate dai leader mondiali, che a dicembre prenderanno decisioni proprio sulle loro vite e su quelle di milioni di persone.
Finora sono state raccolte 750 firme, ma l’obiettivo è arrivare a 5.000. Per salvare vite umane, è necessario mobilitare persone in tutto il mondo. Agisci anche tu, firma e diffondi l’appello ai leader mondiali a sostegno del Fondo Globale!
Di seguito il testo in italiano dell’appello:

Appello della società civile internazionale per il pieno finanziamento del Fondo Globale per la Lotta contro l’AIDS, la Tubercolosi e la Malaria
Il Fondo Globale per la Lotta contro l’AIDS, la Tubercolosi e la Malaria ha raggiunto risultati eccezionali da quando è stato creato, nel 2002. Ha fornito terapia salvavita a 5.3 milioni di persone sieropositive, cura antitubercolare a 11 milioni di persone e ha distribuito 340 milioni di zanzariere impregnate di insetticida per la prevenzione della malaria. Il Fondo Globale è divenuto il principale finanziatore di programmi di lotta contro l’AIDS, la tubercolosi e la malaria, sostenendo oltre 1000 progetti in 151 paesi, per un valore superiore a 22 miliardi di dollari.
Siamo convinti che sia possibile sconfiggere l’AIDS, la tubercolosi e la malaria, investendo in maniera strategica a favore dell’accesso universale ai servizi di prevenzione e cura di queste tre pandemie. E’ urgente, pertanto, ripartire con slancio dai risultati raggiunti nell’ultimo decennio e impegnarsi a eliminare AIDS, tubercolosi e malaria, attraverso una migliore assegnazione delle priorità agli interventi, una migliore individuazione degli obiettivi e il ricorso alle scoperte scientifiche. Il pieno finanziamento del Fondo Globale è essenziale per raggiungere questo obiettivo.
Chiediamo a tutti i donatori e ai Paesi che realizzano programmi di lotta contro le tre pandemie di:
Impegnarsi a incrementare gli investimenti strategici a favore dei programmi di prevenzione e cura per le persone colpite dall’HIV/AIDS, la tubercolosi e la malaria.
Finanziare pienamente il Fondo Globale per la Lotta contro l’AIDS, la Tubercolosi e la Malaria, impegnandosi a versare, complessivamente, 15 milioni di dollari per il triennio 2014-2016.
Impegnarsi a incrementare gli obiettivi nazionali a favore della salute e la spesa sanitaria pro-capite in tutti i Paesi colpiti dall’HIV/AIDS, la tubercolosi e la malaria.
Riteniamo che grazie a investimenti appropriati adesso, abbiamo l’opportunità di sconfiggere queste tre pandemie nell’arco della nostra vita; possiamo ridurre gradualmente i costi necessari per raggiungere questo scopo, se ci impegniamo a finanziare pienamente l’ambiziosa strategia del Fondo Globale per la Lotta contro l’AIDS, la Tubercolosi e la Malaria. Per fare ciò, è necessario investire quest’anno 15 miliardi di dollari e reperire ulteriori risorse individuando nuovi donatori e utilizzando i meccanismi innovativi di finanziamento.
Ci appelliamo ai donatori e ai Paesi che realizzano programmi di lotta contro le tre epidemie, affinché costruiscano le fondamenta di un mondo libero dall’AIDS, dalla tubercolosi e dalla malaria, finanziando pienamente il Fondo Globale nel 2013.