Corso sulle malattie tropicali trascurate

Corso sulle malattie tropicali trascurate

L’ Organizzazione Mondiale della Sanità organizza per  il prossimo Giugno 2019, il corso di formazione “Rafforzare la capacità del laboratorio per la diagnosi delle malattie tropicali trascurate”

Il corso di svolgerà presso il Laboratorio di Sanità Pubblica Ivo de Carneri nell’Isola di Pemba (Arcipelago di Zanzibar – Tanzania)

Per info Ivo de Carneri Foundation Onlus Tel. +39.02.28900393 email: info@fondazionedecarneri.it

Tbc Day 2019 – “Aids, Tubercolosi e Malaria: fatti e stereotipi”

Tbc Day 2019 – “Aids, Tubercolosi e Malaria: fatti e stereotipi”

24 marzo 2019 – Tbc Day

“Aids, Tubercolosi e Malaria: fatti e stereotipi”

A livello mondiale, la Tubercolosi (Tbc) è una delle 10 cause principali di morte, e oltre ai problemi di accesso alle cure c’è la questione dello stigma e discriminazione che molte persone affette devono affrontare quotidianamente.

Osservatorio AiDS – Aids Diritti Salute, Friends of the Global Fund EuropeAidos – Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo e Bluestocking hanno realizzato il progetto “Aids, Tubercolosi e Malaria: fatti e stereotipi”.

Tre spot per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tre grandi epidemie che ancora oggi uccidono milioni di persone nel mondo. Tre brevi video costruiti attorno agli stereotipi più comuni diffusi sulle tre malattie e sul ruolo del Fondo Globale per sconfiggerle. Tre pillole pensate per essere diffuse e rilanciate in occasione delle tre giornate internazionali ad esse dedicate.

Read More

Mozambico, emergenza umanitaria in corso

Mozambico, emergenza umanitaria in corso

Comunicato Stampa

Ciclone Idai si abbatte sul Mozambico causando ingenti danni.
Le ong di “no one out” (Mmi, Scaip, Svi e Mlfm) diffondono un appello urgente di solidarietà per la grave emergenza umanitaria in corso

20 marzo 2019 – Il 14 marzo 2019, un violentissimo ciclone, battezzato IDAI, si è abbattuto sulle province di Sofala e Manica, nella zona Centro del Mozambico, con raffiche di vento superiori ai 200 km/h, portando con sé distruzione, allagamenti e isolamento per buona parte della popolazione. Le città maggiormente colpite sono state Beira (circa 500.000 abitanti) e Dondo, con quasi 100 mila persone che hanno perso la casa e tutto ciò che avevano. Ma l’emergenza non è finita. Oltre alla tragica situazione causata dai violenti venti, si sono registrate piogge intense che stanno causando alluvioni anche nelle zone dell’interno. Le difficoltà di comunicazione e l’impossibilità di accesso terrestre rendono difficili i soccorsi e una reale percezione delle necessità prioritarie.

L’istituto Nazionale di Gestione delle Calamità mozambicano (INGC) stima che circa 350.000 persone si trovino ancora in situazione di alto rischio. A causa delle forti piogge, lo Stato dello Zimbabwe ha aperto le paratie delle dighe, in previsione di un peggioramento della situazione meteorologica nelle prossime ore, e questo causerà un ulteriore innalzamento dei livelli delle acque e nuove conseguenze sulle popolazioni già colpite.
Dati ufficiali della Protezione Civile mozambicana riportano già più di 200 persone che hanno perso la vita, anche se la stima preventivata dal Presidente della Repubblica mozambicano è di almeno mille vittime. Il 19 marzo è stata dichiarata emergenza nazionale i cui effetti devastanti potranno essere misurati realmente solamente nei prossimi giorni, quando il livello dell’acqua tornerà ad abbassarsi, permettendo di ristabilire il contatto con la popolazione locale.

 

Le attività di progetto di MMI, SCAIP, SVI e MLFM sono state questa volta risparmiate dal ciclone IDAI. Le Ong, operanti da anni in territorio mozambicano, condividono il tavolo di coordinamento delle altre organizzazioni italiane presenti in Mozambico e non vogliono, né possono, rimanere indifferenti di fronte all’emergenza umanitaria che si sta verificando.

La popolazione è senza elettricità, ha bisogno di cibo, acqua potabile e di un riparo per la notte. Decine di migliaia di persone devono essere evacuate. È di oggi la notizia del primo caso di colera: esiste il rischio concreto che si sviluppi un’epidemia.

Per questo motivo, NO ONE OUT lancia un appello di solidarietà e raccolta fondi, che saranno destinati a interventi in appoggio delle popolazioni colpite (il nostro personale in loco sta partecipando ai tavoli di coordinamento per l’emergenza e nei prossimi giorni sarà definita la destinazione degli aiuti).

 

L’IBAN per la Donazione è:

IBAN IT57F0311111205000000037735

Intestato a: NO ONE OUT
Causale: EMERGENZA UMANITARIA MOZAMBICO – CICLONE IDAI

 

Ufficio Stampa No One Out
tel. 0306950381
info@nooneout.it
Via Collebeato 26, 25127 Brescia

StepUpTheFight

StepUpTheFight

La rete delle organizzazioni della società civile che sostiene il Fondo Globale ha lanciato una campagna di sensibilizzazione per chiedere al mondo di intensificare la lotta contro l’Hiv, la tubercolosi e la malaria. Siamo a soli nove mesi da un momento cruciale nella lotta contro le tre malattie. Nell’ottobre 2019, il presidente Macron ospiterà la sesta conferenza di rifinanziamento del Fondo Globale a Lione. L’obiettivo da raggiungere è di almeno 14 miliardi di dollari USA per aiutare a salvare 16 milioni di vite e a prevenire 234 milioni di nuovi contagi. Accelerare la lotta non dovrebbe essere visto come una scelta, ma come il compimento di una promessa, quella rilanciata anche dall’obiettivo 3 della agenda 2030.Non abbiamo tempo da perdere e stiamo chiedendo al mondo intensificare gli sforzi per vincere la battaglia. Adesso

#StepUptheFight #saluteglobale

1 dicembre 2018 – Adesioni in aggiornamento

1 dicembre 2018 – Adesioni in aggiornamento

Osservatorio AiDS – Aids Diritti Salute, Friends of the Global Fund EuropeAidos – Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo e Bluestocking

presentano il progetto 

“Aids, Tubercolosi e Malaria: fatti e stereotipi”

 

Tre spot per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tre grandi epidemie che ancora oggi uccidono milioni di persone nel mondo. Tre brevi video costruiti attorno agli stereotipi più comuni diffusi sulle tre malattie e sul ruolo del Fondo Globale per sconfiggerle. Tre pillole pensate per essere diffuse e rilanciate in occasione delle tre giornate internazionali.

Il primo video viene lanciato il prossimo 1 dicembre, trentennale della giornata mondiale per sconfiggere l’Aids. Sarà online sui nostri siti, social network e su tutte le piattaforme che aderiscono all’iniziativa. 

La diffusione è sostenuta dal circuito delle sale cinematografiche Anec e Fice, Amref Italia, Coopi, Medicus Mundi Italia, Progetto SmartSex di Anlaids Lombardia e Città metropolitana Milano, Adnkronos, Agenzia Dire – Dire giovani, Ansa, Aoi, Arci, Comune-info, Corriere della Sera, Diatomea.net, Gay.it, Giulia Giornaliste, Il fatto quotidiano, Ingenere, Internazionale, La Stampa, Left, Lila, Linkiesta, il Manifesto, Micromega, Nps – Network Persone Sieropositive, Pasionaria, PoloInformativoHiv, Popoff Quotidiano, Pressenza – International Press Agency, Radio Popolare, Radio Radicale, Redattore Sociale, Repubblica, Sbilanciamoci, Tpi – The Post Internazionale, Unicri – Onu Italia

Siamo in aggiornamento continuo per le adesioni, per informazioni, scaricare e rilanciare i video scrivere a press@osservatorioaids.it

1 dicembre 2018 – Amref e le buone pratiche africane

1 dicembre 2018 – Amref e le buone pratiche africane

COMUNICATO STAMPA

1 DICEMBRE, GIORNATA MONDIALE DI LOTTA CONTRO L’HIV, AMREF E LE BUONE PRATICHE AFRICANE
CONTRO LA STIGMATIZZAZIONE

Nel 2017, secondo i dati Unaids, a livello globale sono 36,9 milioni le persone affette da HIV e 21,7 milioni hanno avuto accesso alle terapie antiretrovirali. Nell’Africa Sub Sahariana 3 nuove infezioni su 4 coinvolgono ragazze, adolescenti tra i 15 e i 19 anni. Inoltre, il 16 per cento del totale delle nuove diagnosi di infezione si verifica nei Paesi dell’Africa orientale e meridionale.

Read More

1 dicembre 2018 – “Aids, Tubercolosi e Malaria: fatti e stereotipi”

1 dicembre 2018 – “Aids, Tubercolosi e Malaria: fatti e stereotipi”

Osservatorio AiDS – Aids Diritti Salute, Friends of the Global Fund EuropeAidos – Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo e Bluestocking

presentano il progetto

“Aids, Tubercolosi e Malaria: fatti e stereotipi”

 

Tre spot per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tre grandi epidemie che ancora oggi uccidono milioni di persone nel mondo. Tre brevi video costruiti attorno agli stereotipi più comuni diffusi sulle tre malattie e sul ruolo del Fondo Globale per sconfiggerle. Tre pillole pensate per essere diffuse e rilanciate in occasione delle tre giornate internazionali.

Il primo video viene lanciato il prossimo 1 dicembre, trentennale della giornata mondiale per sconfiggere l’Aids. Sarà online sui nostri siti, social network e su tutte le piattaforme che aderiscono all’iniziativa. 

Read More

1° dicembre Torino – Arcobaleno Aids

1° dicembre Torino – Arcobaleno Aids

GIORNATA MONDIALE DI LOTTA ALL’AIDS 2018
Iniziative organizzate da Arcobaleno Aids
Sabato 17 novembre ore 9:00
Corso Ecm AIDS E DINTORNI – 5A EDIZIONE INFEZIONE DA HIV & HCV: OLTRE L’UNDETECTABLE  
Collegio Rosmini, Via Antonio Rosmini 4/A   Torino
 
Venerdì 30 novembre ore 18:00
Aperitivo solidale: raccolta fondi
La cantina Via San Donato 2 Torino
 
Domenica 2 dicembre ore 10.30/17:30
Test HIV in Piazza
Seminiamo prevenzione, sotterriamo il pregiudizio         
Piazza Castello Torino
Martedì 11 dicembre ore 21.00          
120 battiti al minuto 
Robin Campillo
Raccolta Fondi per Arcobaleno AIDS
Cinema Massimo Via Giuseppe Verdi, 18 Torino