Rapporto Unfpa 2018 – Il potere della scelta

Rapporto Unfpa 2018 – Il potere della scelta

Il 17 ottobre alle ore 11.00, presso la Sala Stampa Estera di Roma, via dell’Umiltà 83/C
AIDOS – Associazione italiana donne per lo sviluppo
UNFPA – Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione
presenteranno in contemporanea mondiale il Rapporto sullo stato della popolazione nel mondo 2018

Il potere della scelta. Diritti riproduttivi e transizione demografica

Il rapporto ci mostra come la libertà di scelta delle donne nel decidere se, quando e quanti figli avere non è garantita e tutelata in molte parti del mondo, per motivi differenti. In linea con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile il report non si concentra solo sui cosiddetti paesi in via di sviluppo ma ci mostra come in tutto il mondo i diritti riproduttivi non siano ancora una realtà effettiva per molte persone. In alcuni casi si hanno più figli di quanti se ne vorrebbero, in altri meno o addirittura nessuno. Il perseguimento dei diritti riproduttivi è ostacolato in alcune aree del mondo da sistemi sanitari che non forniscono servizi essenziali, come gli anticoncezionali; in altri paesi dalle barriere economiche, tra cui disoccupazione, lavori di scarsa qualità, poco retribuiti e l’assenza di servizi per l’infanzia. Questo stato di cose ha forti ripercussioni sulle persone, sulle comunità e su interi paesi. Alla base di questi e di altri ostacoli c’è la persistente disuguaglianza di genere.
La possibilità di scegliere di donne e ragazze può cambiare il pianeta.

Intervengono:
Luigi De Chiara – Ministro plenipotenziario, Capo unità per la strategia, i processi globali e le organizzazioni internazionali DGCS – MAECI
Mariarosa Cutillo – Chief of Strategic Partnerships UNFPA
Maria Grazia Panunzi – Presidente AIDOS
Patrizia Farina – Demografa presso l’Università di Milano Bicocca
On. Lia Quartapelle Procopio – Deputata Commissione Esteri, Gruppo parlamentare Salute globale e diritti delle donne
Coordina Cristina Nadotti – La Repubblica

Comunicato Stampa SWOP 2018

Brescia: Burkinabè a Spazio Contemporanea dal 12 ottobre al 4 novembre

Brescia: Burkinabè a Spazio Contemporanea dal 12 ottobre al 4 novembre

 

12 OTTOBRE – 4 NOVEMBRE

BRESCIA

[SPAZIO CONTEMPORANEA, Corsetto S. Agata 22]

Osservatorio AiDS – Aids Diritti Salute

Aidos – Associazione italiana donne per lo sviluppo Onlus

Medicus Mundi Italia

Con il Patrocinio del Comune di Brescia

presentano

BURKINABÈ

Fotografie di Francesco Cocco

 

a cura di Lucio Merzi e Giulia Tornari

coordinamento di Barbara Romagnoli

11 OTTOBRE – ORE 14.30

CONFERENZA STAMPA

Sala della Giunta – Palazzo Loggia

BRESCIA

Intervengono Laura Castelletti, Vice Sindaco e Assessore alla Cultura; Massimo Chiappa, Direttore Medicus Mundi Italia; Stefania Burbo, focal point Osservatorio AiDS – Aids Diritti Salute; Maria Grazia Panunzi, presidente Aidos; Francesco Cocco, fotografo agenzia Contrasto.

12 OTTOBRE –ORE 19

INAUGURAZIONE

SPAZIO CONTEMPORANEA, Corsetto S. Agata 22

 

In contemporanea a Burkinabè

saranno allestite anche le personali di Damiano Rossi e Lorenzo Passini

ORARI APERTURA AL PUBBLICO: Ingresso gratuito dal giovedì a domenica ore 15.00/19.00

 

Scarica il Comunicato Stampa

Aids2018. Risorse finanziarie per mettere in campo le buone pratiche

Aids2018. Risorse finanziarie per mettere in campo le buone pratiche

È possibile porre fine alle tre epidemie – Aids, Tbc e Malaria – solo con un incremento delle risorse finanziarie: questo chiede il rapporto Get Back on Track to End the Epidemics del Gfan – Global Fund Advocates network presentato alla conferenza. La società civile si mobilita in vista della sesta conferenza di finanziamento nel 2019 del Fondo Globale, il principale organismo multilaterale impegnato nella lotta contro le tre epidemie. I donatori saranno chiamati a dichiarare i propri impegni finanziari per il triennio 2020-2022.

Read More

Aids 2018 – Breaking Barriers, Building Bridges/Rompere le barriere, costruire ponti

Aids 2018 – Breaking Barriers, Building Bridges/Rompere le barriere, costruire ponti

23-27 LUGLIO 2018

AMSTERDAM

La 22° Conferenza internazionale sull’Aids si terrà ad Amsterdam dal 23 al 27 luglio. Anche l’Osservatorio AiDS – Aids Diritti Salute parteciperà ai lavori insieme alle reti internazionali della società civile, agli attivisti e attiviste che animeranno il corteo del 23 luglio per le vie di Amsterdam, le istituzioni e le agenzie internazionali che operano sui temi della conferenza: dall’uso dei farmaci antiretrovirali nei paesi a reddito medio alto a come aumentare i test e i trattamenti nei paesi con meno risorse; dalle ricerche mediche alle sfide culturali su come rispondere allo stigma e discriminazioni che ancora subiscono le persone sieropositive; dalle risorse finanziarie in campo ai risultati raggiunti per arrivare all’Obiettivo 90-90-90 (90% delle infezioni da Hiv diagnosticate, 90% delle persone trovate Hiv-positive in trattamento, 90% di queste ultime con carica virale soppressa).

Read More

Inizia la campagna per la lotta alle disuguaglianze

Inizia la campagna per la lotta alle disuguaglianze

Una nuova campagna per la lotta alle disuguaglianze in Europa e oltre, #FightInequality, viene lanciata il 6 giugno durante gli European Development Days (EDD).

Se non si eliminano le disuguaglianze, nessun altro obiettivo di sviluppo sostenibile può essere realizzato.

La campagna è realizzata dalle organizzazione della società civile di 15 Paesi membri che stanno lavorando per aumentare la consapevolezza sul tema e per incentivare politiche di cambiamento sociale necessarie per ridurre disuguaglianza e povertà in Europa e oltre.

La campagna chiede società più inclusive per donne, bambini, diversi gruppi etnici, persone emarginate, ma anche che i cittadini dell’UE diventino agenti di cambiamento nelle proprie comunità.

I rappresentanti delle istituzioni dell’UE saranno invitati al lancio della campagna che si terrà nello stand “Make Europe Sustainable For All” durante gli EDD.

—————————————————————————————————————————————

L’Unione Europea ha 12 anni di tempo per realizzare il principio del “Non lasciare nessuno indietro” richiamato nell’Agenda 2030, impegnandosi a promuoverlo e attuarlo tra i suoi stati membri ma anche al suo esterno.

Tuttavia, in tutti gli stati dell’UE esistono disuguaglianze sorprendenti che ostacolano lo sviluppo sostenibile: diversità di genere, povertà, ingiustizia fiscale, disuguaglianze climatiche. In particolare, le donne incontrano molti ostacoli per realizzare il loro pieno potenziale e far sentire la propria voce. Per tutti questi motivi, lo stand della campagna #FightInequality presso l’EDD Global Village si focalizzerà sul sensibilizzare sul tema delle disuguaglianze affrontate dalle donne, sulla necessità di pari opportunità, sulla promozione dell’inclusione sociale, economica e politica e sottolineando che la realizzazione degli SDG è compito di tutti.

Lo stand #FightInequality EDD propone un gioco interattivo e ricco di contenuti – 17 passi verso l’uguaglianza. Raffigurando tutti i 17 Sustainable Development Goals (SDG), il gioco accompagna i partecipanti attraverso varie storie di disuguaglianze tipiche della vita quotidiana, in Europa e oltre. In questo modo, i giocatori avranno modo di apprendere contenuti su un ampio spettro di disuguaglianze che toccano tutti gli aspetti dello sviluppo sostenibile. Dopo questo, i partecipanti saranno in grado di contribuire al mosaico delle disuguaglianze con una foto e una citazione su quanto appreso durante l’interazione.

Questa campagna è parte del progetto DEAR “Make Europe Sustainable For All”, un progetto intersettoriale di 3 anni gestito da 25 partner di tutta Europa. Il suo scopo è promuovere un’attuazione ambiziosa degli obiettivi di sviluppo sostenibile da parte e all’interno dell’UE. Il progetto affronta questioni di genere, clima e migrazioni in 3 campagne con focus su uguaglianza, agricoltura sostenibile e cambiamento dei modelli di consumo e produzione. I partner del progetto di 15 Paesi Europei saranno anche presenti al lancio della campagna, condividendo la loro esperienza lavorativa nella promozione di una maggiore uguaglianza in Europa.

Più informazioni al seguente link: http://makeeuropesustainableforall.org/campaigns/

Vedi il video della campagna

Il partenariato nella Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile

Il partenariato nella Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile

“Insieme per la sostenibilità: arriva il primo confronto nazionale sul Partenariato nella Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile”

Mercoledì 30 Maggio, ore 10.00 – 16.00

FONDAZIONE ENI ENRICO MATTEI

Corso Magenta 63

 

Il partenariato nella Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile” è l’iniziativa, all’interno del Festival Italiano dello Sviluppo Sostenibile 2018 promosso dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) dedicata al 17esimo Obiettivo delle Nazioni Unite, il Goal dei grandi partenariati.

Saranno presenti all’incontro le istituzioni, sia finanziarie che amministrative, raggruppamenti della società civile come Aoi e Gcap Italia, per offrire il proprio contributo a rendere i partenariati più efficaci e coerenti: se ne discuterà con la Direzione Generale per la Cooperazione allo sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Cassa Depositi e Prestiti e la Direzione Generale per lo Sviluppo Sostenibile del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Nel corso dell’evento saranno anche anticipati i dati sul commercio equo certificato in Italia, raccolti nel nuovo Rapporto Fairtrade, nonché il nuovo Rapporto Gcap Italia sulla coerenza delle politiche per la sostenibilità “Oltre la retorica dello sviluppo sostenibile”.

Per il programma e la registrazione collegarsi al link   SDG 17 – Festival dello Sviluppo Sostenibile

Lettera aperta delle organizzazioni di Aoi e Cini alle candidate e candidati alle elezioni politiche del 4 marzo

Lettera aperta delle organizzazioni di Aoi e Cini alle candidate e candidati alle elezioni politiche del 4 marzo

In uno scenario di diseguaglianze crescenti a livello globale, fra i Paesi e al loro interno, in cui potere e risorse sono sempre più concentrati nelle mani di pochi, è necessario invertire la rotta e rimettere diritti, solidarietà, coesione sociale e redistribuzione della ricchezza e delle opportunità al centro delle politiche interne e internazionali del nostro Paese. Un mondo in cui le disparità socio-economiche e di genere si vanno acuendo è un mondo sulla cui tenuta e sul cui futuro regna un profondo senso di incertezza, in cui si paralizza la mobilità sociale, si svuotano di senso i diritti, si creano le condizioni per un aumento della criminalità e della corruzione e vacilla la fiducia della cittadinanza nelle istituzioni: così vengono inesorabilmente minate le fondamenta stesse delle società in cui viviamo.

Read More