Roma, 4 luglio, presentato il rapporto “Sviluppo Sostenibile: per chi? Una visione critica per la coerenza delle politiche italiane ed europee”

Roma, 4 luglio, presentato il rapporto “Sviluppo Sostenibile: per chi? Una visione critica per la coerenza delle politiche italiane ed europee”

“Sviluppo Sostenibile: per chi? Una visione critica per la coerenza delle politiche italiane ed europee” è il 1° Rapporto di monitoraggio sull’Agenda 2030 di GCAP Italia, la coalizione italiana contro la povertà che fa parte di Global Call to Action Against Poverty, realizzato nell’ambito del progetto “Make Europe Sustainable for All” cofinanziato dall’Unione Europea.

Qui la scheda del rapporto

Qui il rapporto anche in versione inglese

 

 

Oltre la retorica: l’attuazione degli Obiettivi di sviluppo sostenibile in Italia

Oltre la retorica: l’attuazione degli Obiettivi di sviluppo sostenibile in Italia

Il 4 luglio, in vista del High Level Political Forum on Sustainable Development 2018, sarà presentato a Roma il primo Rapporto curato da Gcap Italia sull’attuazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile in Italia.

Il Rapporto è centrato sulle connessioni tra SDG e sulle interazioni tra la dimensione nazionale e quella esterna che emergono nell’attuazione delle politiche volte a realizzare l’Agenda 2030.
Alla presentazione del Rapporto seguirà una Tavola Rotonda nella quale i temi affrontati nel Rapporto verranno discussi da rappresentanti delle Istituzioni, del mondo accademico, esperti e rappresentanti
delle organizzazioni della società civile.

Per iscriverti clicca qui

Per scaricare il Save the Date clicca qui.

Inizia la campagna per la lotta alle disuguaglianze

Inizia la campagna per la lotta alle disuguaglianze

Una nuova campagna per la lotta alle disuguaglianze in Europa e oltre, #FightInequality, viene lanciata il 6 giugno durante gli European Development Days (EDD).

Se non si eliminano le disuguaglianze, nessun altro obiettivo di sviluppo sostenibile può essere realizzato.

La campagna è realizzata dalle organizzazione della società civile di 15 Paesi membri che stanno lavorando per aumentare la consapevolezza sul tema e per incentivare politiche di cambiamento sociale necessarie per ridurre disuguaglianza e povertà in Europa e oltre.

La campagna chiede società più inclusive per donne, bambini, diversi gruppi etnici, persone emarginate, ma anche che i cittadini dell’UE diventino agenti di cambiamento nelle proprie comunità.

I rappresentanti delle istituzioni dell’UE saranno invitati al lancio della campagna che si terrà nello stand “Make Europe Sustainable For All” durante gli EDD.

—————————————————————————————————————————————

L’Unione Europea ha 12 anni di tempo per realizzare il principio del “Non lasciare nessuno indietro” richiamato nell’Agenda 2030, impegnandosi a promuoverlo e attuarlo tra i suoi stati membri ma anche al suo esterno.

Tuttavia, in tutti gli stati dell’UE esistono disuguaglianze sorprendenti che ostacolano lo sviluppo sostenibile: diversità di genere, povertà, ingiustizia fiscale, disuguaglianze climatiche. In particolare, le donne incontrano molti ostacoli per realizzare il loro pieno potenziale e far sentire la propria voce. Per tutti questi motivi, lo stand della campagna #FightInequality presso l’EDD Global Village si focalizzerà sul sensibilizzare sul tema delle disuguaglianze affrontate dalle donne, sulla necessità di pari opportunità, sulla promozione dell’inclusione sociale, economica e politica e sottolineando che la realizzazione degli SDG è compito di tutti.

Lo stand #FightInequality EDD propone un gioco interattivo e ricco di contenuti – 17 passi verso l’uguaglianza. Raffigurando tutti i 17 Sustainable Development Goals (SDG), il gioco accompagna i partecipanti attraverso varie storie di disuguaglianze tipiche della vita quotidiana, in Europa e oltre. In questo modo, i giocatori avranno modo di apprendere contenuti su un ampio spettro di disuguaglianze che toccano tutti gli aspetti dello sviluppo sostenibile. Dopo questo, i partecipanti saranno in grado di contribuire al mosaico delle disuguaglianze con una foto e una citazione su quanto appreso durante l’interazione.

Questa campagna è parte del progetto DEAR “Make Europe Sustainable For All”, un progetto intersettoriale di 3 anni gestito da 25 partner di tutta Europa. Il suo scopo è promuovere un’attuazione ambiziosa degli obiettivi di sviluppo sostenibile da parte e all’interno dell’UE. Il progetto affronta questioni di genere, clima e migrazioni in 3 campagne con focus su uguaglianza, agricoltura sostenibile e cambiamento dei modelli di consumo e produzione. I partner del progetto di 15 Paesi Europei saranno anche presenti al lancio della campagna, condividendo la loro esperienza lavorativa nella promozione di una maggiore uguaglianza in Europa.

Più informazioni al seguente link: http://makeeuropesustainableforall.org/campaigns/

Vedi il video della campagna

Il partenariato nella Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile

Il partenariato nella Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile

“Insieme per la sostenibilità: arriva il primo confronto nazionale sul Partenariato nella Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile”

Mercoledì 30 Maggio, ore 10.00 – 16.00

FONDAZIONE ENI ENRICO MATTEI

Corso Magenta 63

 

Il partenariato nella Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile” è l’iniziativa, all’interno del Festival Italiano dello Sviluppo Sostenibile 2018 promosso dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) dedicata al 17esimo Obiettivo delle Nazioni Unite, il Goal dei grandi partenariati.

Saranno presenti all’incontro le istituzioni, sia finanziarie che amministrative, raggruppamenti della società civile come Aoi e Gcap Italia, per offrire il proprio contributo a rendere i partenariati più efficaci e coerenti: se ne discuterà con la Direzione Generale per la Cooperazione allo sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Cassa Depositi e Prestiti e la Direzione Generale per lo Sviluppo Sostenibile del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Nel corso dell’evento saranno anche anticipati i dati sul commercio equo certificato in Italia, raccolti nel nuovo Rapporto Fairtrade, nonché il nuovo Rapporto Gcap Italia sulla coerenza delle politiche per la sostenibilità “Oltre la retorica dello sviluppo sostenibile”.

Per il programma e la registrazione collegarsi al link   SDG 17 – Festival dello Sviluppo Sostenibile

Roma, 13 dicembre 2017: Orizzonte e prospettive G7

Roma, 13 dicembre 2017: Orizzonte e prospettive G7

Roma, 13 dicembre 2017

ore 09.30 – 13.00 

Hotel Nazionale

Sala Cristallo

Piazza Montecitorio 131, Roma

Il Gruppo Salute Globale di GCAP – Coalizione italiana contro la povertà

insieme a Friends of Global Fund Europe

Invitano all’evento

ORIZZONTE E PROSPETTIVE G7:

DALL’ITALIA AL CANADA LE RACCOMANDAZIONI SULLA SALUTE GLOBALE

 REGISTRATI

Modera Cesare Buquicchio

giornalista, direttore di Sanità Informazione

PROGRAMMA

Ore 9,30 – 10.00

Registrazione partecipanti e welcome coffee

Ore 10,00 – 10,05

Apertura lavori: Stefania Burbo, co-portavoce GCAP Italia

Ore 10.05 – 10,15

Saluti Istituzionali: On. Pia Locatelli, Presidente del Comitato diritti umani della Camera dei Deputati e coordinatrice del gruppo di lavoro parlamentare “Salute globale e Diritti delle donne”

Ore 10,15 – 10,25:

Gli impegni del G7 per la salute globale dal 2009 al 2017  

Marco Simonelli, Friends of the Global Fund Europe e Francesco Aureli, GCAP Italia

Ore 10,25 – 10,35

Presentazione del video “Copertura Universale Sanitaria:  diritto fondamentale” a cura di  Sara Albiani, GCAP Italia

Ore 10,35- 11,40

Analisi e prospettive del G7 sulla salute e disuguaglianze

Rosa Papa, Direttrice Struttura Complessa Salute Donna ASL Napoli 1 Centro

Silvia Mancini, Esperta salute pubblica, Medici Senza Frontiere

Esteban Burrone, Head of Policy, Medicines Patent Pool

Francesco Branca, Direttore Dipartimento Nutrizione OMS – intervento in video introdotto da Francesca Belli, GCAP Italia

Stefano Vella, Direttore del Centro nazionale per la salute globale dell’Istituto Superiore di Sanità

Ore 11,40 – 12,10

L’agenda salute del Governo italiano

Luca Maestripieri, Vice Direttore Generale DGCS MAECI

Pasqualino Procacci, Esperto salute, Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo

Denise Giacomini, Dirigente Medico DIGISAN, Ministero della Salute

Ore 12,10 – 12,20

Le raccomandazioni della società civile sulla salute globale alla Presidenza G7 del Canada per il 2018, alla luce degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs)

Maria Grazia Panunzi, GCAP Italia

Ore 12,20 – 12,50

Interventi di parlamentari, discussione e domande dal pubblico

Ore 12,50 – 13,00

Chiusura

Rappresentante istituzionale del Canada

Light lunch

È previsto servizio di traduzione dall’inglese

SCARICA IL PROGRAMMA

* Il Gruppo Salute Globale di GCAP è composto da Action, AIDOS-Associazione italiana donne per lo sviluppo, Osservatorio AiDS-Aids Diritti Salute, OIS-Osservatorio Internazionale per la Salute e Oxfam Italia.

G7 Ambiente: un passo avanti per la tutela del pianeta

G7 Ambiente: un passo avanti per la tutela del pianeta

Anche il G7 dedicato all’ambiente sotto la Presidenza italiana ha concluso i suoi lavori. Il dietrofront dell’amministrazione USA sugli Accordi di Parigi sul clima non ha scoraggiato gli altri 6 Paesi del G7 e l’Unione Europea. Confermata con forza la volontà di implementare la dimensione ambientale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Agenda 2030) e di attuare la transizione energetica verso un’economia a carbonio zero entro il 2050.

Read More

La società civile internazionale incontra il Governo italiano e chiede impegni concreti al G7

La società civile internazionale incontra il Governo italiano e chiede impegni concreti al G7

Civil 7, 20-21 aprile 2017, Roma

La società civile internazionale incontra il Governo italiano:
“Abbiamo bisogno di azioni concrete, l’incertezza politica non sia una scusa.
A Paolo Gentiloni e ai Paesi del G7 chiediamo di rispettare gli impegni presi”

Si è svolto il 20 e 21 aprile presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale il Civil 7, l’evento ufficiale dedicato al dialogo tra la società civile internazionale e la Presidenza italiana del G7. Alla due giorni hanno preso parte circa 60 rappresentanti di organizzazioni della società civile nazionali e internazionali provenienti da Italia, Belgio, Canada, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti, Paesi Bassi, Cambogia, Malawi, Giordania, Camerun. Le organizzazioni si sono confrontate con 6 esperti tematici dell’Ufficio Sherpa G7  e hanno incontrato il capo dell’Ufficio Sherpa G7/G20 Alessandro Motta e il Sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale Benedetto Della Vedova, presente al Civil 7 in rappresentanza del Presidente del Consiglio. A quest’ultimo la società civile ha consegnato le richieste politiche da portare all’attenzione dei Leader del G7 a Taormina sui seguenti temi: sicurezza alimentare e nutrizione, mobilità umana e migrazione, clima e ambiente, aiuto pubblico allo sviluppo, giustizia fiscale, educazione, salute, parità di genere.

Accogliamo con soddisfazione il riconoscimento da parte del Sottosegretario Della Vedova e del Consigliere Motta dell’importante ruolo della società civile nel processo di negoziazione e di consolidamento dei temi del G7commentano i portavoce di GCAP Italia Stefania Burbo e Massimo PallottinoRiteniamo tuttavia che, in vista del Vertice di Taormina, la responsabilità di trovare un consenso su temi che hanno ricadute sull’umanità e sul pianeta ricada innanzitutto sui governi. Oggi constatiamo che mancano disponibilità e iniziativa adeguate”. Read More