G7: il rischio di una occasione persa

G7: il rischio di una occasione persa

G7, IL RISCHIO DI UN’OCCASIONE MANCATA?
La pagina bianca della dichiarazione di Taormina non deve diventare una pagina nera

Alla vigilia del Summit di Taormina, la società civile internazionale esprime forte preoccupazione: “Si rischia un grave nulla di fatto su tante sfide globali, dalla crisi umanitaria in Africa al cambiamento climatico ai flussi migratori. C’è il pericolo che vengano accantonati anche impegni come l’Agenda 2030, sottoscritta nel 2015 da ben 200 stati. Bastano 2 anni a far dimenticare le nostre responsabilità nei confronti di tutti i popoli della terra? Noi non ci stiamo!”.

Il G7 di Taormina che avrà inizio tra pochi giorni ha luogo in un momento storico in cui il panorama geopolitico è in profonda trasformazione. “Questa però non può essere una giustificazione per non agire” dichiarano i portavoce della Coalizione italiana contro la povertà (GCAP Italia) Massimo Pallottino e Stefania Burbo, in rappresentanza di oltre cento organizzazioni della società civile internazionale impegnate sui temi dello sviluppo, della sostenibilità ambientale e dei diritti. “Siamo estremamente preoccupati che il G7 di Taormina sia non solo un’opportunità mancata, ma una vera e propria pagina nera nella ricerca di soluzioni collettive ai problemi dell’umanità e del pianeta”.

Read More

Possiamo farcela, diamo gambe alla speranza

Possiamo farcela, diamo gambe alla speranza

“Ci occupiamo di lotta contro l’Aids nell’ottica della salute globale e dunque abbiamo chiaro il nesso esistente fra le tre grandi epidemie di malaria, Tbc, Aids”, sostiene Stefania Burbo, focal point dell’Osservatorio AiDS – Aids Diritti Salute. “Il programma pilota per il vaccino contro la malaria coordinato dall’Oms che sarà realizzato in Ghana, Kenya e Malawi nel 2018 e in partenariato con Fondo Globale, Gavi e Unitaid, rappresenta un ulteriore passo in avanti verso il raggiungimento dei nuovi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e per dare una speranza a milioni di persone”.

Read More

Le Ong rispondono a testa alta alle accuse, continuando a salvare vite umane

Le Ong rispondono a testa alta alle accuse, continuando a salvare vite umane

 

L’Osservatorio AiDS – Aids Diritti Salute sostiene e rilancia l’appello dell’associazione delle organizzazioni italiane di cooperazione e solidarietà internazionale “Aoi”, il Coordinamento italiano delle ONG nternazionali Cini” eLink 2007 Cooperazione in rete” in risposta alle dichiarazioni del vice presidente della Camera, Luigi Di Maio, in merito al lavoro svolto dalle associazioni umanitarie con i/le migranti. Read More

Clara Banya, Gfan Speaker al Civil 7 di Roma

Al Civil 7 anche Clara Banya,  coordinatrice per il Malawi di Icw, comunità internazionale di donne che vivono con l’Hiv (International Community of Women living with Hiv) e speaker di Gfan, network internazionale della società civile a sostegno del Fondo Globale per la lotta all’Aids, alla tubercolosi e alla malaria, di cui l’Osservatorio AiDS – Aids Diritti Salute fa parte.

Banya spiega perché è importante che si prosegua nel sostegno al Fondo Globale per arrivare a eliminare le tre malattie mortali entro il 2030

 

 

La società civile internazionale incontra il Governo italiano e chiede impegni concreti al G7

La società civile internazionale incontra il Governo italiano e chiede impegni concreti al G7

Civil 7, 20-21 aprile 2017, Roma

La società civile internazionale incontra il Governo italiano:
“Abbiamo bisogno di azioni concrete, l’incertezza politica non sia una scusa.
A Paolo Gentiloni e ai Paesi del G7 chiediamo di rispettare gli impegni presi”

Si è svolto il 20 e 21 aprile presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale il Civil 7, l’evento ufficiale dedicato al dialogo tra la società civile internazionale e la Presidenza italiana del G7. Alla due giorni hanno preso parte circa 60 rappresentanti di organizzazioni della società civile nazionali e internazionali provenienti da Italia, Belgio, Canada, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti, Paesi Bassi, Cambogia, Malawi, Giordania, Camerun. Le organizzazioni si sono confrontate con 6 esperti tematici dell’Ufficio Sherpa G7  e hanno incontrato il capo dell’Ufficio Sherpa G7/G20 Alessandro Motta e il Sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale Benedetto Della Vedova, presente al Civil 7 in rappresentanza del Presidente del Consiglio. A quest’ultimo la società civile ha consegnato le richieste politiche da portare all’attenzione dei Leader del G7 a Taormina sui seguenti temi: sicurezza alimentare e nutrizione, mobilità umana e migrazione, clima e ambiente, aiuto pubblico allo sviluppo, giustizia fiscale, educazione, salute, parità di genere.

Accogliamo con soddisfazione il riconoscimento da parte del Sottosegretario Della Vedova e del Consigliere Motta dell’importante ruolo della società civile nel processo di negoziazione e di consolidamento dei temi del G7commentano i portavoce di GCAP Italia Stefania Burbo e Massimo PallottinoRiteniamo tuttavia che, in vista del Vertice di Taormina, la responsabilità di trovare un consenso su temi che hanno ricadute sull’umanità e sul pianeta ricada innanzitutto sui governi. Oggi constatiamo che mancano disponibilità e iniziativa adeguate”. Read More

Aidos: preoccupante attacco di Trump alla salute sessuale e riproduttiva di donne e ragazze

Aidos: preoccupante attacco di Trump alla salute sessuale e riproduttiva di donne e ragazze

Comunicato stampa

AIDOS con UNFPA per la salute sessuale e riproduttiva e i diritti di donne e ragazze

Roma 5 aprile 2017

AIDOS, che da anni lavora come strategic partner con il Fondo delle Nazioni Unite per la Popolazione (UNFPA), esprime la sua preoccupazione e indignazione per la decisione dell’amministrazione statunitense che ieri ha deciso di ridurre di circa 70 milioni di dollari il sostegno annuale a UNFPA, usando come pretesto il cosiddetto emendamento Kemp-Kasten. Il Fondo delle Nazioni Unite lavora in ben 150 Paesi nel mondo per garantire che ogni gravidanza sia desiderata, ogni parto sicuro e che le potenzialità di ogni ragazza siano realizzate, contrastando anche pratiche dannose quali i matrimoni forzati e/o precoci e le mutilazioni genitali femminili.

Read More